Innamoramento o cioccolata?

11.03.2019

Nella fase dell'innamoramento, la persona che ci attrae costituisce un segnale che fa attivare tutto il nostro organismo e produce un'eccitazione mediata da alcune sostanze chimiche, tra cui la feniletilamina.

La feniletilamina è un neurotrasmettitore rilasciato nel sistema nervoso centrale quando si sperimentano situazioni piacevoli, e raggiunge altissimi livelli durante l'attrazione e l'innamoramento.

È per questo che ci batte forte il cuore e ci si sente quasi sempre eccitati. La feniletilamina riduce l'appetito e rende iperattivi.

Studi scientifici rivelano che due persone, quando sono innamorate, presentano livelli identici di feniletilamina. Questo spiega perché sono entrambi presi dagli stessi stati alterati, così che l'attrazione di uno provoca quella dell'altro, e viceversa.

Infatti, il sommo Poeta diceva "Amor che nullo amato amar perdona".

Ma a quanto pare, esiste anche una sostanza, e cioè la cioccolata, anch'essa ricca di feniletilamina, che potrebbe essere utile a compensare i livelli bassi di questo neurotrasmettitore, nel caso non si abbia un amore che possa produrre lo stesso effetto.

Però troppa cioccolata fa ingrassare, mentre un nuovo amore no!

E allora? Meglio innamorarsi o mangiare cioccolata?