È finita... e ora? Come superare la fine di una relazione.

18.09.2018

Incontrare un uomo o una donna e innamorarsene è indubbiamente una delle più belle esperienze della vita. Dall'altra parte, però, la fine di una relazione può rivelarsi una delle esperienze più dolorose da affrontare.

Quando una storia d'amore finisce, infatti, è un po' come trovarsi in mezzo a un violento tsunami che rischia di farci affogare nella disperazione, perché quella fine porta spesso con sé un carico di dolore e di tristezza tale da poter essere paragonata a un vero e proprio lutto. Si soffre per la perdita di qualcuno, ma si soffre anche e soprattutto per la perdita di un futuro radioso e sicuro insieme. È come se quello tsunami si stesse portando via non solo la persona che amavamo, ma anche tutti i progetti e i sogni che davano significato a quella relazione.

Che si tratti di un rapporto di breve durata, dove la sofferenza è spesso più legata alla mancanza fisica del partner, oppure di una relazione più lunga, caratterizzata da un maggiore livello di intimità e di progetti per il futuro, la fine di una storia d'amore è quasi sempre accompagnata da un'esplosione più o meno intensa di emozioni dolorose.

La buona notizia è che questa sofferenza non durerà per sempre, e con il passare del tempo è inevitabile riuscire a vedere le cose con maggior distacco. Purtroppo, però, nessuno è in grado di prevedere quanto sarà lungo questo periodo, e certo non esistono formule per calcolarlo.

Personalmente mi piace paragonare il periodo che segue alla fine di una relazione d'amore a un viaggio, un viaggio più o meno accidentato, che ognuno si trova ad affrontare a modo suo, con i propri tempi e le proprie risorse. Ma c'è qualcosa che si può fare affinché questo percorso personale possa essere il più agevole possibile?

La risposta è sì! Infatti, anche se non esistono ricette infallibili ed è importante che ognuno cerchi la strada che meglio si adatta alla propria personalità, qualche piccola strategia da mettere in atto c'è.

La prima cosa da fare è darsi la possibilità di affrontare il dolore, di viverlo, di attraversarlo, perché trattenere le emozioni non servirà ad allontanarle, ma solo a rafforzarle e a farle riemerge quando meno ce l'aspettiamo, e anche più forti di prima. Ognuno di voi potrà trovare la propria modalità personale per dare libero sfogo alle emozioni, l'importante è che non le soffochiate, ma che le affrontiate nella consapevolezza che sono reazioni normali di fronte a una perdita.

Un altro passo importante è analizzare il più lucidamente possibile le caratteristiche della vostra relazione e del vostro partner, ma questo è possibile solo dopo che siate riusciti ad attraversare e superare la fase del dolore più acuto. A questo punto, infatti, sarà importante parlare della vostra storia d'amore, e che decidiate di farlo con un amico o con l'aiuto di un professionista, è importante cercare di essere il più obiettivi possibile. Solitamente, quando un rapporto si rompe, si ha la tendenza a focalizzarsi esclusivamente sugli aspetti positivi o sugli aspetti negativi del partner e della relazione vissuta, senza riuscire a coglierne l'insieme. Se siamo arrabbiati con il nostro ex partner, ricorderemo solo i torti subiti e le mancanze; se, al contrario, ci addossiamo le colpe per la fine della storia, rischiamo di idealizzare l'altro, raffigurandolo come una specie di essere perfetto che non siamo stati in grado di tenerci accanto. E invece è importante analizzare i vari aspetti, sia quelli positivi che quelli negativi, perché accettare il proprio ruolo e le proprie responsabilità nella fine di una storia, oltre che quelle dell'altro - è un passo fondamentale per poter voltare pagina.

Finché arriverà un giorno in cui vi accorgerete che quella storia è entrata in un cassetto della vostra memoria, e anche se il suo ricordo vi suscita ancora delle emozioni, queste non sono più tanto intense da condizionare il vostro presente. Sarà allora che vi sentirete pronti a innamorarvi di nuovo, forse con qualche timore in più, ma senza che il passato condizioni le vostre relazioni future.