Intimità fisica ed emotiva

04.04.2019

Il benessere della coppia passa inevitabilmente per l'intimità, sia fisica che emotiva.

Del resto la componente fisica è un elemento importante dell'intimità emotiva. Per aumentare un po' alla volta l'intimità emotiva, è necessario iniziare a toccarsi, a recuperare la fiducia. È importante che i partner facciano sì che i loro corpi diventino "amici", coltivando il piacere di dormire abbracciati, di toccarsi, di fare insieme la doccia...

Questo contatto deve essere sincero, non forzato. Bisogna provarci poco a poco, perché quando l'intimità si perde o si blocca è difficile da recuperare.

Ma qual è la differenza tra intimità fisica e intimità emotiva?

Barbara Cartland, la famosa scrittrice di romanzi rosa, una volta scrisse: "Tra gli uomini, il sesso spesso sfocia nell'intimità; tra le donne, l'intimità spesso sfocia nel sesso".

Probabilmente c'è qualcosa di vero in questa frase, in quanto gli uomini riescono più facilmente a separare i propri sentimenti e considerare il sesso solo sesso, mentre le donne percepiscono il sesso come un ponte verso una maggiore intimità.

Ovviamente non si tratta di una regola assoluta, ma ci fa capire in che modo l'intimità fisica e sessuale va considerata da due punti di vista diversi. 

È infatti sbagliato immaginare che l'intimità fisica debba portare inevitabilmente all'intimità emotiva, se non è accompagnata dalla costruzione di un rapporto che vado oltre un rapporto puramente fisico.

Il fatto che tra due persone ci sia un contatto fisico non significa che tra i due ci sia intimità, perché l'intimità emotiva è qualcosa di diverso dallo stare vicini fisicamente.

L'intimità emotiva è una sensazione di vicinanza con l'altro, la cui componente fondamentale è l'empatia. 

In una relazione intima a livello emotivo siamo in grado di condividere i nostri sentimenti senza sentirci giudicati e rifiutati, una sensazione che è fondamentale per una relazione di coppia sana e per il benessere di entrambi i partner.